Biblioteca comunale

 

Ricerca libri
Consiglia libri

Orario di apertura (valido fino al 31 marzo 2019):

Lunedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
16.00-19.00
10.00-13.00
16.00-18.00
16.00-19.00
10.00-13.00

Sede: Via Pasitea n. 65            84017 Positano (SA)

Telefono  e  Fax  089 811808

 

Patrimonio Librario: 14.000 volumi

Direttore: Dott. Antonino D’Urso

Bibliotecaria: Adriana Canosa

Catalogo:

  • Catalogo informatizzato disponibile in rete con motore di ricerca
  • Catalogo informatizzato disponibile su PC in sede
  • Cataloghi cartacei: Autori, Titoli, Soggetti

La Biblioteca è stata istituita nell’anno 1994 ed è gestita dall’Associazione Posidonia su convenzione stipulata con il Comune di Positano dal 1997.

 

Servizi informativi

Offre servizi di consultazione in sede, di prestito locale, servizi di informazione e consulenza bibliografica. La sede è disponibile inoltre per lo svolgimento di attività culturali, di promozione alla lettura e piccole mostre.
Nell’ambito delle sue attività culturali, la Associazione Posidonia, ha ritenuto suo compito primario il recupero e il riordino dell’Archivio Storico di Positano, da troppi anni trascurato in un disordinato abbandono.
Nel 1995 si è così restituita ai Positanesi la loro storia e la testimonianza dell’umanità generosa ed intelligente con la quale essi hanno protetto, dal 38 al 44, ebrei stranierei ed Italiani, artisti ed intellettuali che da tempo ivi risiedevano, perché incantati dalla magia del paese o rifugiati perché indesiderati dal Regime.
Nel 1997 l’Amministrazione Comunale ristruttura un locale ideale per la costituzione di una vera Biblioteca e delega Posidonia alla sua organizzazione, e in seguito, alla sua gestione.
Punto qualificante della Biblioteca Comunale di Positano è la sezione territorio dove sono raccolte le pubblicazioni riguardanti la storia, le antichità, le arti e il folclore del territorio di Positano, della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina.
La Regione Campania, riconoscendo alla Biblioteca Comunale di Positano il titolo di biblioteca di interesse rilevante concede ogni anno, su richiesta motivata e supportata da progetto di miglioramento e qualificazione del servizio,  un finanziamento che ha consentito non solo di adattare all’ambiente un arredamento funzionale, ma anche l’acquisto di numerose opere e libri che, unitamente a quelli già esistenti, soddisfano tutti i campi della conoscenza.
Consistenti donazioni di privati cittadini e l’acquisto di libri con finanziamento regionale hanno consentito di raggiungere un patrimonio librario di circa 14.000 volumi.
L’archivio è interamente disponibile in rete sul nostro sito e permette la ricerca di un libro per: Autore, Classificazione, Titolo (basta inserire una parola del titolo).

 

Biblioteca online

Il progetto di Biblioteca online nasce con l’obiettivo di modernizzare ed attualizzare quello che oggi deve rappresentare una biblioteca, non più un luogo chiuso che raccoglie dei libri ben ordinati e catalogati, ma nell’ottica odierna di poter trovare sul proprio computer una moltitudine infinita di  informazioni una biblioteca tradizionale, rischia di rimanere scollegata dalla realtà in cui opera, e quindi il lavoro di anni per modernizzare e promuovere tale struttura all’interno della collettività, senza questo ulteriore sviluppo sarebbe perso.
Questo progetto invece permetterà alla nostra biblioteca di entrare nelle case dei cittadini di Positano e di tutto il Mondo, i quali potranno vedere cosa possiamo offrire ed al tempo stesso interagire con la biblioteca non solo scegliendo un libro e magari prenotarlo, ma anche partecipare allo sviluppo della struttura, proponendo acquisti di volumi, o inviando recensioni di letture effettuate, che verrebbero pubblicate sul sito, o consigli e segnalazioni di libri ad altri lettori con possibilità di confronti, e discussioni su temi letterari. E volendo anche di altri aspetti culturali quali film, rappresentazioni teatrali, ecc.
In questo modo la Biblioteca Comunale di Positano potrà ampliare il suo ruolo di caposaldo culturale, e di focolaio di sviluppo di idee e di crescita di consapevolezza all’interno della nostra collettività.
Inoltre  per quanto possibile potrà essere un centro di interazione e di collegamento con altre istituzioni e persone all’esterno di essa,  in modo da arricchirsi di interventi e di contributi esterni, e quindi nel suo piccolo di dare un contributo alla discussione culturale  globale che la rete oggi rende possibile, e che è nella storia della nostra collettività.